Il Museo Storico Civico Cuggionese


L'idea di presentare spaccati della vita quotidiana di un tempo è sorta ad un gruppo di amici che ha inteso raccogliere la memoria del passato in maniera originale e concreta, e si è realizzata quando, nel 1984, il Comune di Cuggiono ha messo a disposizione alcuni locali della Villa Annoni.

Il compito degli Amici del Museo consiste nella ricerca, nel restaurare e nell'individuare la funzione di oggetti ed attrezzi antichi, appartenuti alla comunità cuggionese. L'esigenza fondamentale è quella di non dimenticare la propria storia, di riconoscere il valore del lavoro che le generazioni passate hanno svolto dando vita a fiorenti attività artigianali.

In mezzo ad attrezzi e cimeli del passato si sente il fruscio delle lunghe gonne delle donne di servizio, il martellare dei fabbri, il soffiare dei mantici...

Amiamo questi oggetti, sui quali il tempo è scivolato lasciandoci la dimensione della storia. Non è soltanto il gusto estetico che ci spinge alla loro ricerca, ma anche la suggestione storica a farci amare un "testimone" d'altri tempi. L'uomo vive nella storia, egli stesso è storia. Coniuga le proprie azioni in tre tempi: il passato, il presente, il futuro. Il museo, attraverso il materiale custodito, ci dà motivo di riflettere sulle tappe percorse dalla popolazione cuggionese. Perciò l'amore per un oggetto antico non è una mania, semmai può diventare una passione, al fondo della quale vi è una profonda esigenza umana: la storia. Nel corso di questi anni di attività del Museo è emerso che le nuove generazioni sentono il modo di vivere nella Cuggiono asburgica come un fatto lontano, perso nel tempo, ma è sorto anche in loro il desiderio di saperne di più, per ricostruire la propria storia e la propria identità.